Abilitare i cookie

Chimica Materiali e Biotecnologie

  • foto0.jpg
  • foto1.jpg
  • foto2.jpg
  • foto3.jpg
  • foto4.jpg
  • foto5.jpg

Il diplomato in chimica, materiali e biotecnologie è in grado di integrare competenze di chimica, biologia e microbiologia, impianti e processi chimici e biotecnologici, per contribuire all'innovazione delle procedure di gestione e di controllo, per l'adeguamento tecnologico e organizzativo dei laboratori e della produzione. Il titolo conseguito consente l’inserimento nel mondo del lavoro e l’iscrizione a qualsiasi Dipartimento Universitario.

Per maggiori informazioni sulle articolazioni

contattare la prof.ssa Lucia Marchi (lucia.marchi@scuole.provincia.tn.it).

 

E' possibile scegliere tra:

  • CHIMICA MATERIALI (referente prof. Bernardo Della Ricca bernardo.dellaricca@scuole.provincia.tn.it):

    Il Tecnico in Chimica dei Materiali ha competenze approfondite relative alla sintesi e all’analisi di prodotti chimici in tutti i settori biologico, farmaceutico, e nella gestione e controllo di impianti chimici. E’ in grado di effettuare le analisi strumentali chimico-biologiche, di studiare i materiali e di intervenire sui processi di produzione.

 

 

proposteletturafederchimica

Le opportunità lavorative offerte da questi corsi di studio, sono molteplici.

    • Svolgere funzione di tecnico di laboratorio, con compiti di controllo nei settori ambientale, merceologico e dei prodotti chimici e farmaceutici, nei laboratori delle aziende, nei laboratori universitari/centri di ricerca e in studi di consulenza ambientale;
    • Esercitare la libera professione;
    • Collaborare nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici come addetto agli impianti di produzione delle aziende.

 

Riflessioni sulla didattica, sequenze per insegnanti e materiali per studenti e altro ancora. Clicca qui   gruppo send

  • BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI:

    Il Tecnico in Biotecnologie Ambientali ha competenze specifiche nella gestione di impianti chimici, biologici, sulle emissioni inquinanti e nell’uso di tecnologie a basso impatto ambientale. E’ in grado di inserirsi in maniera qualificata nei processi di protezione e controllo ambientale.

  • BIOTECNOLOGIE SANITARIE:

    Il Tecnico in Biotecnologie Sanitarie ha competenze per applicare tecnologie sanitarie in campo biomedico, farmaceutico, alimentare per la prevenzione, il controllo di qualità, e l’analisi microbiologica. E’ in grado di inserirsi in modo qualificato in campo medico, paramedico o nel settore alimentare.


ORARIO TRIENNIO (a partire dall’anno scolastico 2017/2018)

DISCIPLINE COMUNI
III IV V
Lingua e letteratura italiana 4 4 4
Storia 2 2 2
Lingua inglese 3 3 3
Matematica e complementi di matematica 4 4 3
Scienze motorie e sportive 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1
Articolazione CHIMICA E MATERIALI
Chimica analitica e strumentale 9(6) 8(6) 8(7)
Chimica organica e biochimica 6(2) 6(2) 6(3)
Tecnologie chimiche e biotecnologie 4(1) 5(1) 6
Articolazione BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI
Chimica analitica e strumentale 5(3) 5(3) 5(3)
Chimica organica e biochimica 4(2) 4(2) 4(3)
Biologia, microbiologia e tecnologie di controllo ambientale 7(2) 7(2) 7(2)
Fisica ambientale 3(2) 3(2) 4(2)
Articolazione BIOTECNOLOGIE SANITARIE
Chimica analitica e strumentale 5(3) 5(3) 3(2)
Chimica organica e biochimica 4(2) 4(2) 4(2)
Biologia, microbiologia e tecnologie di controllo sanitario 4(2) 4(2) 4(2)
Igiene Anatomia Fisiologia Patologia 6(3) 6(2) 6(3)
Legislazione sanitaria - - 3
CLIL - - 1*
TOTALE 35 35 35

(*) Nella classe quinta verrà assegnata un’ora aggiuntiva alla disciplina  per la quale sarà previsto l’insegnamento con metodologia CLIL.

 Fra parentesi le ore di laboratorio con insegnante tecnico pratico.